Quarta classe

Il bambino dopo i nove anni
Il bambino in quarta classe si trova in un momento importante della sua crescita. In questo periodo (nove, dieci anni) avviene in lui una cesura con il mondo, un distacco con l’ambiente che prima viveva con naturalezza. Questo passaggio è cominciato in terza, in cui l’io si affermato nell’interiorità ed ora, in quarta, si affermerà con impeto e forza nel mondo esterno e nei rapporti con esso.

La quarta classe e’ un anno delicato ed importante, in cui il bambino sentirà il bisogno di scontrarsi e confrontarsi con compagni ed adulti cercando di trovare il proprio spazio.
E’ l’età dei NO, aspri e accesi. E’ l’età in cui il corpo diventa più forte e si allunga. I piccoli bambini si trasformano in vichinghi pronti ad affrontare ogni sfida con determinazione.
Il pensiero non è ancora fluido e non avendone piena padronanza, la forza è lo strumento con cui si muovono nel mondo. Una forza dettata da un moto ardente di volontà.
E’ un’età delicata, non facile da gestire che richiede agli educatori grande fiducia nella saggezza della vita e pazienza.
E’ l’età in cui ci si confronta con il proprio drago interiore con i propri nodi, che vanno sempre districati prima della fine dell’anno, siano essi difficoltà relazionali o didattiche (matematica, ortografia, calligrafia ecc.). Il superamento di tali difficoltà è importantissimo e dona al bambino gratificazione e quel sentore fondamentale di fiducia in se stessi e nelle proprie capacità.
La visione dell’adulto cambia, se prima l’adulto era visto come soggetto da venerare e imitare ora il bambino vuole dei motivi concreti per affidarsi ad esso; vuole risposte soddisfacenti, ha bisogno di giustificare tale venerazione.
Per accompagnare il bambino nella sua nuova fase evolutiva nella didattica vengono inserite nuove materie in cui l’alunno può confrontarsi e avere risposte concrete sul suo corpo e il rapporto con il mondo esterno (es.zoologia), trovare il modo di far sfociare quel suo impeto, quella sua forza attraverso la fantasia e la creazione, aumentando il ritmo delle lezioni e trovando nella mitologia (soprattutto in quella nordica) mondi lontani nel quale rispecchiarsi.

Italiano
Con la grammatica s’introducono tutte le parti del discorso, e attraverso un lavoro continuo d’esercitazione si fissano le regole grammaticali. Creazione di riassunti e fiabe. In quarta classe si comincia a lavorare sulla creazione di temi. Lavoro sull’ortografia. Lavoro continuo e fantasioso sulla poesia. Lavoro su di un testo: Pinocchio.

Matematica
Consolidamento delle unità di misura, equivalenze, unità-decine-centinaia-migliaia-milione-miliardo, frazioni, numeri decimali, spesa-guadagno-ricavo, peso netto-peso lordo-tara. Esercitazioni con le quattro operazioni. Problemi.

Storia
Le grandi civiltà del passato indiana, persiana. Prima dell’introduzione alla storia vi sarà un’epoca di mitologia nordica.

Scienze naturali (antropologia e zoologia)
L’Uomo come essere tripartito. L’Uomo in confronto con l’animale. Studi più approfonditi su animali che presentano qualità fisiche specializzate verificabili anche nell’essere umano. Aspetti morali e caratteriali a confronto tra animale e Uomo.

Geografia
I bambini imparano ad orientarsi nello spazio, conoscono il loro territorio a livello morfologico e storico. Conoscono gli ambienti geografici (pianura, montagna, collina, mare, fiume, lago) sia a livello geo-morfologico che economico/sociale.

Disegno di forme
Vi saranno alcune settimane in cui i bambini si cimenteranno nel disegno di nodi e intrecci celtici. Questa attività è parte integrante del programma perché tocca il fulcro dell’aspetto animico del bambino, la sua lotta interiore e la necessità di districare con le proprie forze alcuni nodi. Inoltre lo porta a consolidare le proprie capacità nel disegno e introduce la geometria dell’anno prossimo.

Geometria
Introduzione alla geometria a mano libera. Il bambino verrà a conoscenza delle caratteristiche del cerchio e delle figure piane facenti parte della famiglia dei quadrilateri.

Nota: tutte le materie sono accompagnate da un’attività giocosa/ritmica/artistica attraverso un lavoro con il corpo in movimento e la recitazione di poesie e parti teatrali.

Lavoro Manuale
Inglese
Spagnolo
Musica

Nota: tutte le materie sono accompagnate da un’attività giocosa/ritmica/artistica attraverso un lavoro con il corpo in movimento e la recitazione di poesie e parti teatrali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *