La scuola

All’interno del percorso formativo viene riconosciuta pari dignità alle materie intellettuali, artistiche e manuali.
Le qualità morali, l’impegno e la biografia di ciascun bambino vengono considerati dal maestro. Egli si prefigge l’obiettivo di coltivare la collaborazione, la socialità piuttosto che la competizione.

La pedagogia Steiner-Waldorf tiene in alta considerazione le tappe dello sviluppo fisico-emotivo dell’alunno: se i contenuti delle varie aree disciplinari vengono portati in anticipo rispetto allo sviluppo dell’alunno, anziché far nascere in lui forze di entusiasmo e partecipazione spontanea, possono creare difficoltà di comprensione, disagio o semplicemente non essere interiorizzate. Viceversa, se i contenuti vengono percepiti dall’alunno come troppo infantili oppure lo impegnano troppo poco, egli può palesare la sua insoddisfazione sotto forma di apatia o disturbo disciplinare.

Il processo di apprendimento consiste in un percorso di sperimentazione in cui i bambini vengono coinvolti nel sentimento, nella volontà e nel pensiero: ad esempio le leggi matematiche e fisiche non vengono enunciate ed assimilate passivamente, ma sono la conclusione di un processo attivo nella cui sintesi l’alunno giunge autonomamente alle conclusioni, alle leggi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *